Chi è Rally Storici Medi@...

Andrea Zanovello, giornalista pubblicista ed ex pilota rally storici con ottima conoscenza del settore e vasto archivio documentazione.

Nasco a Venezia, nel 1962 e nonostante la particolarità della città ed il fatto di avere un padre che di professione fa il gondoliere, sin dai primissimi anni sono attratto dalle “quattro ruote”. Giornate intere a giocare coi modellini che abilmente riuscivo a farmi regalare, ma anche delle full immersion tra le pagine di qualche Quattroruote e Autosprint che non so come arrivassero in casa in quel periodo.

Crescendo, la passione per le auto rimane sempre viva nonostante la difficoltà di potermi avvicinare al mondo delle corse visto che nessuno tra gli amici, i parenti e i conoscenti, condivide la materia.

Iniziando da privatista per la teoria e impietosendo mia madre per poter fare le guide con l’autoscuola, conseguo la patente a 19 anni e subito dopo mi viene regalata da uno zio una malandata Fiat 500 con la quale mi sento il padrone del mondo visto che finalmente ho “la macchina”. Nel 1984 prendo parte ad un corso per navigatori organizzato dalla Scuderia Sagittario di Pordenone nel quale tra gli istruttori vi sono anche gli indimenticati Mario Mannucci e Maurizio Perissinot! Dall’esito dell’esperienza, sembra che non me la cavi poi così male sul sedile di destra. Tre mesi dopo ho la fortuna di esser estratto tra i venti fortunati partecipanti alla Scuola Rally Opel Autosprint: una settimana in Puglia con istruttori quali Dario Cerrato, Geppi Cerri, “Rudy”, ma anche personaggi quali Andrea Ulivi, Mario Cravero  e “penna bianca” Virgilio Conrero.

Ad ottobre 1985 partecipò al mio primo rally: inesperienza ed emozione mi portano dritto in un fosso a metà della seconda speciale; non mi arrendo e cambio sedile qualche mese dopo navigando un “pazzoide”, ma anche in questo caso non si esce dalla seconda speciale.

Non senza difficoltà riesco a continuare a coltivare questa passione e dal 1985 al 2006 riesco a correre centoventi gare, in diverse discipline: rally moderni e storici, salite, formula rally e regolarità; sia sul sedile di destra quanto su quello a sinistra.

Dai primi anni ’90 inizio a frequentare il mondo delle autostoriche, che mi hanno sempre appassionato. Nel 1985 infatti, andai a vedere la Coppa d’Oro delle Dolomiti a Cortina d’Ampezzo…dopo esser stato due giorni e mezzo a seguire il Rally Piancavallo. Dal 1994 inizio a partecipare a qualche regolarità autostoriche e nel 1999 debutto nei rally storici con la Fiat 850 coupè, rigorosamente di serie. Passo poi alla Fiat 128 Rally con la quale corro oltre una cinquantina di gare fino alla fine del 2006. Nello stesso anno, il 2 maggio, riesco a metter in rete il sito rallystorici.it interamente realizzato da me, autodidatta al 100%.

L’attività del sito, la contemporanea collaborazione con la rivista GD Gentleman Driver, la frequentazione sempre più assidua di rally storici in giro per l’Italia e la conoscenza di piloti, team e figure facenti parte di questo mondo, mi portano ad acquisire una buona conoscenza ed esperienza nel settore che nel frattempo gode di una notevole espansione. Dal 2007 al 2010 organizzo il Challenge Milletrè Rallystorici, una serie dedicata alle vetture di piccola cilindrata; l’iniziativa riscuote buon successo e simbolicamente dà il via alla nascita dei numerosi trofei attivi nel settore.

A fine 2009 il grande passo: lascio il gruppo Telecom dopo diciannove anni e inizio il cammino di Rallystoricimedi@ avendo ottenuto nel frattempo anche l’iscrizione all’albo dei giornalisti del Veneto.

Da gennaio 2010 gestisco uffici stampa per rally storici, team, trofei e singoli piloti; faccio lo speaker in alcune gare e alle premiazioni dei trofei alla Fiera di Padova; offro consulenza ad organizzatori di manifestazioni, in particolare a quelli che per la prima volta organizzano un rally storico e tutte quelle attività che si possono consultare nella sezione apposita.

Nel frattempo continua la puntuale gestione di rallystorici.it che da novembre 2011 viene registrato presso il Tribunale di Venezia come testata giornalistica web.

 

Andrea Zanovello